[

LABORATORI BAMBINI/RAGAZZI

A CURA DI LUIGI IMPERATO

Martedì ore 17,00-19,00 ragazzi età 10-13 anni (1°gruppo)

Mercoledì ore 16,30-18,30 ragazzi età 10-13 (2°gruppo)

Giovedì ore 16,30-18,00 bambini età 7-8 anni

Giovedì ore 18,00-19,30 bambini età 9-10 anni

[


LABORATORIO RAGAZZI età dai 14 anni in su
A CURA DELL’ ASSOCIAZIONE CULTURALE TALÌA
Docenti: Elisabetta D’Acunzo; Daria D’Antonio; Gioia Miale.

lunedì ore 17,30-20,00

/thcol]


Corso avanzato L’Atletica delle Emozioni 

dai 16 anni in poi

frequenza bisettimanale

martedì ore 19,00-21,00

giovedì ore 19,30-21,30

 

”Per l’attore donarsi è tutto. Per donarsi, è necessario, per prima cosa, che egli si possieda. Non solo la tecnica non esclude la sensibilità: essa la autorizza e la libera. Ne è il supporto e la salvaguardia. Grazie al mestiere noi possiamo abbandonarci, perché è grazie a esso che sapremo ritrovarci.”
J. Copeau

 

Il corso si pone l’obiettivo di offrire a giovani aspiranti attori diversi strumenti e diverse prospettive di lavoro intorno all’arte del teatro. Più docenti si alterneranno alla guida del gruppo proponendo moduli didattici specifici e approcci specialistici. Tecniche dell’uso della voce e del corpo formeranno il nucleo disciplinare intorno al quale ruoteranno attività creative come l’improvvisazione, il gioco comico clownesco, la composizione corale, la scrittura drammaturgica, l’invenzione scenica e coreutica e la messa in scena.
Un percorso di formazione che prova a indicare la strada verso il teatro d’arte ma che soprattutto si pone l’obiettivo di stimolare i partecipanti ad una ricerca intima, autentica e quindi necessariamente personale. Tenendo conto delle spinte innovative del secolo trascorso e dei maestri pedagoghi e grandi autori che hanno radicalmente trasformato il senso del fare teatro, i docenti lavoreranno su testi di autori classici e moderni, attraversandoli però con gli occhi dei giovani partecipanti al fine di renderli opere contemporanee pronte a parlare anche a loro stessi e a loro coetanei.

    ARGOMENTI DEL CORSO:

  • Recitazione
  • Movimento scenico
  • Uso della voce e respirazione
  • Dizione
  • Lettura espressiva
  • Elementi di mimo
  • Improvvisazione e composizione
  • Clownerie
  • Maschere e commedia
  • Spazio scenico e uso degli oggetti
  • Coro
  • Drammaturgia
  • Messa in scena
  • Elementi di storia del teatro

REGOLAMENTO

  • 1. Il gruppo sarà a numero chiuso, con un massimo di 15 allievi.
  • 2. Il lavoro sarà svolto in abiti comodi sportivi e a piedi nudi o con scarpe da ginnastica artistica (salvo diverse indicazioni dei singoli docenti). E’ obbligatorio indossare abiti dai colori neutri (nero, blu, grigio, bianco), preferibilmente a tinta unita e1 senza scritte o disegni evidenti.
  • 3. Le lezioni avranno inizio all’orario prestabilito, sono ammessi ritardi solo se giustificati e con massimo di 15 minuti. Gli allievi in ritardo potrebbero essere tenuti ad attendere in platea fino a che l’insegnante lo riterrà opportuno per non interrompere l’attività in corso.
  • 4. E’ consentito un numero massimo di 8 assenze.
  • 5. Gli allievi sono invitati ad un comportamento rispettoso verso i docenti, i compagni di lavoro e il personale del teatro. Durante le lezioni è assolutamente vietato l’utilizzo del telefono cellulare salvo casi di urgenza e previa autorizzazione del docente.

MODULO ISCRIZIONE AI LABORATORI TEATRALI


I Docenti

Luigi Imperato è nato a Napoli nel 1980 dove vive e lavora. E’ regista e drammaturgo per le compagnie Teatro di Legno e Mutamenti/Teatro Civico 14, con le quali ha ricevuto riconoscimenti e premi su tutto il territorio nazionale e partecipato a diverse rassegne e festival nell’ambito del teatro di ricerca. Ha allestito diversi lavori con drammaturgia originale e o tratti da opere di autori noti come Alberto Savinio, Dino Buzzati, i fratelli Grimm, William Shakespeare. Si è formato presso la Scuola di mimo corporeo-ICRA Project diretta a Napoli da Michele Monetta, inoltre ha seguito diversi workshop presso teatri e compagnie teatrali in Italia e all’estero. Svolge attività di performer, mimo e di docente di teatro, drammaturgia e movimento scenico sul territorio campano. Dirige laboratori sia rivolti ad aspiranti attori e performer sia nell’ambito del teatro sociale presso scuole o centri diurni, in collaborazione con associazioni culturali e cooperative sociali.
E’ tra i fondatori di Collettivo Corpo 10 un gruppo di scrittori che si occupa di narrativa e drammaturgia. Ha pubblicato diversi racconti sia in collettivo che a firma singola.

Premi e riconoscimenti:

  • 2005: premio Movin’up proposto da GAI – Associazione Per il circuito dei Giovani Artisti Italiani, in collaborazione con la DARC – Direzione generale per l’architettura e l’arte contemporanea, Dipartimento per i beni culturali e paesaggistici del Ministero per i beni e le attività culturali, consistente in una borsa di studio per la partecipazione a progetti all’estero di artisti emergenti, nello specifico assegnata per la partecipazione al Festuge in Danimarca.
  • 2005: borsa di produzione assegnata per lo spettacolo Il consolo (per cui cura regia e drammaturgia), dalla compagnia Sosta Palmizi e dal network Junge Hunde, con fondi della comunità europea (progetto Culture 2000).
  • 2007: premio Nuove sensibilità, menzione e borsa di produzione per lo spettacolo La parola “madre” (produzione Vesuvioteatro, per cui cura regia e drammaturgia) assegnato da Nuovo Teatro Nuovo di Napoli e Teatro Pubblico Campano in collaborazione con Teatro dei Filodrammatici di Milano, Amat, Teatro Stabile delle Marche, Teatro Pubblico Pugliese, Festival internazionale Castel dei mondi, Teatro di Sardegna, e con il sostegno dell’ETI (Ente teatrale Italiano).
  • 2008: premio Festival della luna piena, assegnato dall’Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Napoli per lo spettacolo La nave dei folli (per cui cura regia e drammaturgia).
  • 2009: finalista Premio Scenario per la drammaturgia e regia dello spettacolo Non merita lamenti.
  • 2010: Premio Vittorio Mezzogiorno per l’attività della compagnia Teatro di Legno, assegnato nell’ambito del Giffoni Film Festival 2010
  • 2012: Torneo Letterario La mia terra. è tra i cinque vincitori del premio bandito dalla casa editrice Caracò, con il racconto Lo straniero.
  • 2014: Finalista al Festival del teatro ragazzi di Padova con lo spettacolo Il sogno di Rosaspina, compagnia Mutamenti/Teatro Civico 14

Daria D’Antonio, Elisabetta D’Acunzo e Gioia Miale sono tre attrici professioniste. Il loro curriculum vitae narra spettacoli e film con regie importanti : nomi come Armando Pugliese, Renato Carpentieri, Vincenzo Salemme, Roberto De Simone, Luca De Filippo, Fabrizio Bentivoglio  e soap-opera famosissime come “Un posto al sole”.

Nel 2009 fondano l’Associazione Culturale Talìa, aprendo una Scuola di recitazione a Portici (Na), che fonda le sue radici nella professionalità e nella conoscenza reale dell’arte del palcoscenico.

L’ Associazione vanta collaborazioni con il Comune di Portici, con l’Anci (Associazione nazionale comuni italiani),  nonché l’allestimento di spettacoli, concerti,  stage e un’importante collaborazione con l’attore Ernesto Lama.

 

MODULO ISCRIZIONE AI LABORATORI TEATRALI